Occupazione abusiva immobili comunali, danni per 11.000 euro

L’occupazione abusiva di due immobili comunali di qualche giorno fa e poi sventata dalle forze dell’ordine intervenute, ha presentato il conto: oltre 11.000 euro di danni.

Nella ricostruzione degli eventi che si può leggere nella delibera di Giunta che stanzia la somma per i lavori di ripristino della sicurezza degli alloggi, si legge: «tempestivamente, è stata contattata la ditta Dentico s.r.l. da Bari , appaltatrice dei lavori di manutenzione ordinaria degli immobili comunali, al fine di porre in essere ogni lavorazione atta a ripristinare le normali condizioni di accesso agli immobili. Incaricati della ditta Dentico s.r.l. da Bari, intervenuti sul posto congiuntamente ai tecnici di questo ufficio, hanno verificato che gli interventi da porre in opera per la richiusura degli immobili, a causa dell’emergenza COVID, non potevano essere eseguiti ad horas in quanto le attività commerciali e le officine risultavano chiuse, e pertanto, sentito il Comandate della Polizia Locale ed il sig. Sindaco, si è programmata la sorveglianza da parte di un istituto di vigilanza, programmando gli interventi per l’indomani mattina, assicurando così la chiusura degli immobili ed evitare la loro occupazione senza titolo».

Questi i lavori ordinati alla ditta: «Vico Vives civ. 7 rimozione del portoncino d’ingresso con la sua sostituzione integrale in quanto il tentativo di forzatura dello stesso lo ha reso completamente irrecuperabile. Strada Tevere civ. 11 sostituzione della serratura della porta d’ingresso del locale in quanto manomessa, oltre la riparazione dell’infisso della finestra completamente forzata unitamente alla rottura del vetrocamera di sicurezza e alla riparazione e rifissaggio dell’inferriata posta a protezione della stessa finestra in quanto tagliata con attrezzi specifici (flex)»

One thought on “Occupazione abusiva immobili comunali, danni per 11.000 euro

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Minacce a testimoni, condanne definitive per due ex pm Trani

Sono diventate definitive, dopo che la Cassazione ha rigettato i ricorsi della difesa, le condanne per due ex pm del Tribunale di Trani, Michele Ruggiero e Alessandro Pesce, rispettivamente alla pena di 6 mesi e a 4 mesi di reclusione per concorso in tentata violenza privata. Ora i due magistrati sono in servizio come sostituti […]

La storia di Vincenzo: ecco come mi hanno soccorso e curato il Servizio 118 e Ortopedia dell’Asl BAT

È l’ennesima prova, la dimostrazione tangibile, che la buona sanità, ad accompagnare ogni giorno la vita di ognuno, è improntata nella dedizione di tanti operatori sanitari che quotidianamente, con sacrificio, passione e professionalità svolgono il proprio lavoro senza clamori, anche al netto delle difficili condizioni degli ultimi tre lustri, in particolare in Puglia. Oggi raccontiamo […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: