Revocata identità di tutela a ex boss pentito Annacondia

L’ex boss del nord barese, Savatore Annacondia, divenuto negli anni ’90 collaboratore di giustizia e che per oltre una ventina di anni ha vissuto con una identità che gli è stata data in virtù della sua collaborazione, è tornato a chiamarsi con il suo nome. La sua identità di protezione gli è stata infatti revocata dopo un arresto per usura e il conseguente processo che è in corso.

A rivelarlo è lo stesso pentito in una intervista al collega Antonio Procacci (giornalista de “La Diretta” negli anni ’90) nella trasmissione ‘Il Graffio’ che andrà in onda domani sera su Telenorba. Annacondia, condannato a centinaia di anni di reclusione (poi convertiti in 30 anni) nei maggiori processi alla criminalità organizzata pugliese, ha consentito con le sue rivelazioni l’arresto e le condanne di decine affiliati e boss di clan pugliesi.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Covid: in Puglia 127 nuovi casi e nessun decesso

In Puglia nessun decesso e 127 nuovi casi: 39 in provincia di Bari, 13 nella provincia di Barletta, Andria, Trani e 12 in quella di Brindisi, 22 in provincia di Foggia, 35 in provincia di Lecce, 6 in provincia di Taranto. Attualmente sono 2.317 le persone positive, 126 sono ricoverate in area non critica e 17 […]

Covid: in Puglia 203 nuovi casi riscontrati su 19.415 test

Oggi in Puglia si registrano 203 nuovi casi di coronavirus su 19.415 test giornalieri (1% incidenza) e zero decessi. La maggioranza dei casi sono stati individuati in provincia di BARI (70), poi ci sono le province di Foggia (43), Taranto (41) e Lecce (29). Seguono il Brindisino (17) e la provincia Barletta-Andria-Trani (1). Delle 2.219 persone attualmente […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: