Presunta truffa alla Regione Puglia su fondi europei, concluse le indagini. Coinvolta azienda biscegliese

La Procura di Trani ha chiuso le indagini nei confronti di sei imprenditori su una presunta truffa ai danni della Regione Puglia da oltre 1,5 milioni di euro relativa alla indebita percezione di fondi europei destinati alla trasformazione e commercializzazione di prodotti ittici.

In particolare le società “Bimar” di Bisceglie e “Torelli” di Trani, entrambe specializzate della depurazione, trattamento e commercializzazione di prodotti ittici nel Nord Barese, avrebbero truffato la Regione ottenendo il finanziamento di progetti tramite fatture false, emesse secondo i magistrati da una terza società, la “Officine Di Perna”, per lavori e impianti mai realizzati.

L’avviso di conclusione delle indagini preliminari è stato notificato agli imprenditori Nicola Di Perna, rappresentante legale della omonima società, e ai soci delle altre due aziende coinvolte: Angelo Giangrande, Ciro Martire, Giuseppe Detto, Nicola Paradiso e Nicola Andrea Patella. Le due società avrebbero partecipato tra il 2013 e il 2016 a due bandi della Regione ottenendo i fondi per l’assunzione di dipendenti e per la costruzione di coperture in lamiere, carroponti e cestelli, documentata da preventivi di spesa e fatture ritenuti falsi.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Intossicazioni da tonno sofisticato, esposto Codici in procura

Dopo le perquisizioni eseguite dai carabinieri del Nas (Nucleo antisofisticazioni e sanità) di Bari disposte dalla procura di Trani (Bat) nell’ambito dell’inchiesta avviata in seguito all’intossicazione alimentare per il consumo di tonno a pinna gialla, l’associazione Codici ha presentato un esposto. «Abbiamo deciso di intervenire per tutelare i consumatori, che hanno visto mettere a rischio […]

Intossicazioni per tonno sofisticato, 9 perquisizioni. Nei guai anche un’azienda di Bisceglie

Nove decreti di perquisizione sono stati eseguiti all’alba dai militari del Nas (Nucleo antisofisticazioni e sanità) di Bari, Napoli Taranto, Foggia, Campobasso e Salerno con il supporto dei comandi provinciali dei carabinieri, a carico di imprenditori e dipendenti di aziende ittiche, ritenuti responsabili, a vario titolo, di contraffazione di sostanze alimentari, frode nell’esercizio del commercio, […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: