Tangentopoli: trent’anni dopo

Trent’anni fa comincia l’inchiesta “Mani Pulite”. Il 17 febbraio 1992 viene arrestato, nel suo Pio Albergo Trivulzio, l’imprenditore Mario Chiesa.
L’accusa è per reato di concussione per aver ricevuto una tangente di 14 mln di lire.
Dato che fa riflettere e che a 30 anni da Mani Pulite è che il 60% degli italiani ritiene che, nonostante gli sforzi della giustizia non sia cambiato nulla; solo il 16% ritiene che la corruzione sia diminuita.
Per quanto mi riguarda è stato motivo di orgoglio, negli anni di tangentopoli, credere in una parte dello Stato che ha smascherato un sistema corruttivo e posto in primo piano giustizia e legalità.
Antonio Di Pietro e la sua squadra di magistrati, hanno contribuito a far nascere una generazione migliore di ragazzi e ragazze che credono nell’onestà, nella giustizia e nella legalità, principi di una democrazia PURA.
Giacomo Di Reda 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

XXXV Congresso Nazionale Forense: tra i delegati l’Avvocato Elisabetta Mastrototaro

Il CNF, su richiesta dell’Assemblea dell’Organismo Congressuale Forense, ha convocato il XXXV Congresso Nazionale Forense, sul tema L’AVVOCATURA E IL SUO RUOLO COSTITUZIONALE, RISORSA NECESSARIA PER UN CAMBIAMENTO SOSTENIBILE che si terrà a Lecce nei giorni 6, 7 e 8 ottobre 2022 presso il Grand Hotel Tiziano e dei Congressi. I temi congressuali all’ordine del […]

La figura di don Pasquale Uva al centro dell’incontro di sabato 21/05 allo Sporting Club

In occasione del centenario della costituzione della congregazione delle Ancelle della Divina Provvidenza fondata da don Pasquale Uva, lo Sporting Club Bisceglie (Strada del Carro, 98) organizza sabato 21 maggio (ore 18.30) nella propria sala conferenze l’incontro dal titolo “Don Pasquale Uva, il servo degli ultimi”. All’appuntamento prenderanno parte eminenti relatori del panorama ecclesiastico e […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: