Vecchie Segherie Mastrototaro: ospiti Francesco Caringella e Filippo Ceccarelli

In attesa del lungo fine settimana che ospiterà il Premio Strega, Nicola Gratteri e Antonio Nicaso e infine Valeria Parrella, le Vecchie Segherie Mastrototaro di Bisceglie ospitano Francesco Caringella e Filippo Ceccarelli.  Martedì 28 giugno alle 19.30 alle Vecchie Segherie Mastrototaro di Bisceglie Francesco Caringella, accompagnato da Lia Storelli e Rosanna Simone, presenta la Migliore Bugia (Mondadori) in cui torna a raccontare i meccanismi e i cortocircuiti della nostra Legge, ma anche la fatica, i sogni e i fantasmi dei suoi giudici, in una storia piena di specchi e ombre. È un torrido luglio quando Gilda Orefice, pensionata scorbutica e solitaria, viene ritrovata senza vita nel suo appartamento in centro a Bari. Sembra morte naturale – la casa è in ordine e il cadavere composto – ma la giovane piemme Elisabetta Ciraci ha la sensazione che la scena sia troppo perfetta, e ordina l’autopsia. Il referto è inequivocabile: strangolamento. L’indagine corre, e i sospetti si concentrano su Giovanni Campanaro, un commercialista molto noto in città, la cui deposizione mostra contraddizioni sospette. Gli inquirenti tentennano, poi si convincono ad arrestarlo. Non ha dubbi invece Enrico Martucci, il vecchio avvocato che ne assume la difesa: che il suo assistito sia innocente a lui non interessa, basta che lo sembri, e giusto per il tempo del processo. A presiedere la giuria c’è Virginia Della Valle, un magistrato di lungo corso che conosce il diritto quanto l’anima degli imputati. Eppure nemmeno lei riesce a decifrare l’enigma Campanaro. Mentre le versioni e le controversioni si susseguono sulla sedia dei testimoni, nella sua mente si addensa un terribile dilemma: meglio rischiare di assolvere un colpevole, o di condannare un innocente?

 

Giovedì 30 giugno alle ore 19.30 alle Vecchie Segherie Mastrototaro di Bisceglie Filippo Ceccarelli, accompagnato dal giornalista  Gianvito Rutigliano, presenta Lì Dentro, gli italiani al tempo dei social (Feltrinelli). “Instagram mi piace da impazzire, letteralmente; Twitter per niente; Facebook non l’ho ancora capito tanto bene; YouTube mi affascina, però mi stanca, mentre TikTok deve essere formidabile, ma non ho tanto tempo e così me lo becco di seconda mano quando rimbalza sul mio schermo. Gli altri, boh, in tutta sincerità ho pure un po’ di strizza a registrarmi, eccetera. Quel che ho mi basta e soverchia, come diceva Andreotti.” È un salto in avanti e insieme all’indietro, vengono in mente le pitture rupestri degli animaloni che precedono di parecchio la scrittura. Dentro il telefonino con la cover sdrucita da vecchio sobbalza l’ambiguità della storia in modalità tecnologica, ciò che spiega parecchio quanto di selvaggio, in tutti i sensi, s’incontra normalmente sullo schermo a cristalli liquidi. “Benvenuto nell’orgia digitale!” In realtà, racconta Filippo Ceccarelli, lì dentro ha trovato ciò che sempre lo aveva incuriosito e attratto dell’Italia e degli italiani. La loro espressività, la spudoratezza creativa, la sorprendente umanità. È bello poterli osservare e basta, senza criteri etici, condanne moralistiche, afflati palingenetici, distinzioni fra alto e basso. Sono così, e che ci vuoi fare? Le cantilene degli ambulanti, i tipi buffi delle spiagge, i preti pazzi, i milites gloriosi, le sciantose, le svampitone, le nonne rimbambite, i fattoni, le scritte sui cruscotti delle auto, “papà vai piano”, le scarpine da neonato sotto lo specchietto retrovisore, i rabbiosi cartelli nei condomini, le imprecazioni imprevedibili, le confessioni spudorate, le arti e i mestieri del Paese profondo, le differenze regionali, municipali, di quartiere e di campanile: “senza che me ne accorgessi Lì dentro era diventato Qui dentro”.

Entrambe le presentazioni sono ad ingresso gratuito sino ad esaurimento posti disponibili per informazioni 0808091021 e info@vecchiesegherie.it

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

“Quella sporca donnina” di Lia Celi in via Tupputi chiusa al traffico

Venerdì 12 agosto, dalle ore 20.30 alle 22.00 ca. la libreria Prendi Luna book & more di Bisceglie con sede in via Tupputi 15 ospita la quarta serata della III edizione della rassegna letteraria  “PRENDI un romanzo al chiar di LUNA” curata dalla scrittrice Malusa Kosgran. Protagonista del quarto appuntamento della kermesse la scrittrice e […]

Il Borgo delle Meraviglie, una festa di colori nel primo dei laboratori dedicati ai più piccoli

Piazza Duomo ha fatto da scenario, lo scorso 4 agosto, al primo dei laboratori creativi organizzati nell’ambito della manifestazione “Il Borgo delle Meraviglie”, promossa da Gal – Ponte Lama, Associazione Borgo Antico e Confcommercio Bisceglie con il Patrocinio del Comune. Un primo appuntamento dedicato ai bambini che ha coinvolto più di quaranta partecipanti per un […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: