Si conclude il 30 dicembre la ventesima edizione di Avvistamenti a Palazzo Tupputi

La suggestiva performance inedita Nekropolis di Salvatore Insana (video) e Caterina Palazzi (contrabbasso), ha chiuso ieri la terza e penultima serata della ventesima edizione di Avvistamenti (non) è un festival. Diversi i registi italiani arrivati a Bisceglie in questi giorni per presentare le loro opere: Alberto Baroni, Francesco Dongiovanni, Luana Giardino, Ilaria Pezone, Vito Amodio, Morgan Menegazzo e Mariachiara Pernisa sono stati protagonisti, con i loro film, delle prime tre giornate della rassegna diretta da Antonio Musci e Daniela Di Niso. 

Apprezzatissima novità di questa ventesima edizione è stata la sezione Made in Poland, curata dall’artista multimediale e studiosa polacca Marta Miaskowska, che dirige lo Studio of Multimedia Activities della Lodz University of Technology e che per Avvistamenti ha selezionato dieci film realizzati da altrettante artiste rappresentative dell’avanguardia cinematografica femminista della Polonia, caratterizzata dalla centralità del corpo difronte alla camera. Il duo Sad Women, composto da Iza Robakowska e Joanna Szumacher, ha poi presentato, nell’ambito della rassegna di Suoni Immagini Sonimage, una performance audiovisiva su film di Ewa Partum.

La ventesima edizione di Avvistamenti si chiude stasera, venerdì 30 dicembre, con due ospiti d’eccezione: Mauro Santini e Luca Ferri. Alle ore 19, Santini presenterà la serie Le passeggiate (2017-2020), un work in progress che ha come tema principale l’atto del passeggiare, e il cortometraggio Stenòs opaios (2021), realizzato in occasione della chiusura dell’esposizione “Inventario Varoli”. Alle ore 21, invece, Luca Ferri sarà a Palazzo Tupputi per la proiezione del suo ultimo lungometraggio Vita terrena di Amleto Marco Belelli (2022). La serata si concluderà con l’ultima performance audiovisiva inedita della rassegna Sonimage, ovvero La salata (2022), con la partecipazione dei musicisti di fama internazionale Ingar Zach (percussioni), Alessandra Rombolà (flauto), Francesco Massaro (sax ed elettronica) e dei filmmaker Tiziano Doria e Samira Guadagnuolo del collettivo Warshadfilm. 

L’iniziativa è all’interno dell’Apulia Cinfestival Network, la rete di festival cinematografici di Apulia Film Commission e Regione Puglia – Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del Territorio, intervento finanziato con le risorse di bilancio autonomo della Fondazione e gode inoltre del patrocinio della Città di Bisceglie.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Francesco Loseto ha presentato il volume “Con le chiavi in tasca” allo Sporting in occasione della Giornata della Memoria

Si è tenuta a Bisceglie presso lo Sporting Club, circolo presieduto dall’avv. Antonio Belsito, nell’ambito del cartellone di eventi dal titolo “Cultura e Sport. Gli incontri invernali”, una manifestazione letteraria per la ricorrenza della Giornata della Memoria che ha posto al centro la presentazione del volume di Francesco Loseto “Con le chiavi in tasca” (Florestano […]

Dal Club Unesco di Bisceglie “Venti di Pace”. E’ possibile assistere alle trasmissioni tv

Il Club per l’UNESCO di Bisceglie (Puglia) apre domani 27 gennaio l’anno 2023 con VENTI DI PACE presso gli Studi Televisivi di TRM Network. La trasmissione potete vederla se vi sintonizzate sul canale 16 del digitale terrestre di Puglia e Basilicata sul canale 519 di Kky e su Tivùsat nei seguenti orari: 14:00 16:30 20:00 […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: