La nuova nomina di Spina lo rende incompatibile con la sua carica? Per il consigliere Enzo Di Pierro non è così

Dopo la notizia della nomina del sindaco Spina nel Consiglio d’Amministrazione di “Innovapuglia” dai “salotti del bar” ai social network si è registrato un tam tam di voci che affermano che il Primo cittadino di Bisceglie sia incompatibile con la nomina assegnatagli da Emiliano.

«Giusto per puntualizzare e per onor di verità –scrive il consigliere comunale Enzo Di Pierro – di fronte ai post che insinuano ad incompatibilità: il metodo è sempre lo stesso, screditare, screditando anche la città. “La sua funzione di sindaco di Bisceglie, spiegano in Regione, non costituisce una ragione di incompatibilità. La legge Madia prevede l’incompatibilità o l’inconferibilità dell’incarico solo per organi dotati di potere gestionale: tale sarebbe un amministratore unico oppure un consigliere delegato. Non è il caso di Spina”».

Intanto lo Stesso Spina, in queste ore, ha ringraziato il  Presidente Michele Emiliano e l’intera giunta regionale «per la fiducia accordatami con la nomina nel consiglio di amministrazione di InnovaPuglia, ente regionale strategico per il progresso e la crescita della comunità pugliese».

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

L’assessore Naglieri giustifica il mancato riconoscimento del premio “Comuni ricicloni” della Legambiente

“Per l’edizione 2022 del premio Comuni Ricicloni di Legambiente, diversamente dagli anni passati, i parametri considerati sono stati il superamento della percentuale di raccolta differenziata del 65% e la produzione pro-capite di rifiuto secco avviato a smaltimento (massimo 75 kg all’anno per ogni abitante). Ciò ha determinato che l’importante riconoscimento sia passato da 113 comuni […]

Risposta Green Link parla chiaro: 30mila euro per pulire le strade durante “Libri nel Borgo Antico” e “Calici nel Borgo Antico”

«La risposta di green link è precisa. Quindi i 30 mila euro stanziati in aggiunta al canone per il centro storico sono serviti per pagare il periodo di Libri nel Borgo Antico e quello di Calici nel Borgo Antico. Il resto dell’anno il centro storico può rimanere una pattumiera? Non diamo completamente la colpa ai […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: