La nuova nomina di Spina lo rende incompatibile con la sua carica? Per il consigliere Enzo Di Pierro non è così

Dopo la notizia della nomina del sindaco Spina nel Consiglio d’Amministrazione di “Innovapuglia” dai “salotti del bar” ai social network si è registrato un tam tam di voci che affermano che il Primo cittadino di Bisceglie sia incompatibile con la nomina assegnatagli da Emiliano.

«Giusto per puntualizzare e per onor di verità –scrive il consigliere comunale Enzo Di Pierro – di fronte ai post che insinuano ad incompatibilità: il metodo è sempre lo stesso, screditare, screditando anche la città. “La sua funzione di sindaco di Bisceglie, spiegano in Regione, non costituisce una ragione di incompatibilità. La legge Madia prevede l’incompatibilità o l’inconferibilità dell’incarico solo per organi dotati di potere gestionale: tale sarebbe un amministratore unico oppure un consigliere delegato. Non è il caso di Spina”».

Intanto lo Stesso Spina, in queste ore, ha ringraziato il  Presidente Michele Emiliano e l’intera giunta regionale «per la fiducia accordatami con la nomina nel consiglio di amministrazione di InnovaPuglia, ente regionale strategico per il progresso e la crescita della comunità pugliese».

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Bisceglie d’Amare: un’estate senza la fontana in via della Libertà?

Marco Di Leo, a nome del movimento civico “Bisceglie d’Amare” riporta la PEC inoltrata al Sindaco Angelantonio Angarano, inerente l’annoso problema riguardante la fontana pubblica di Via della Libertà. Ringrazia chi gli ha segnalato il problema e si augura di suscitare l’interesse della collettività biscegliese.   «Preg.mo Sindaco, Le scrivo per segnalarLe un disservizio di […]

Spina: «Con sistematicità Angarano ignora le istanze delle associazioni biscegliesi»

«Presentato interrogazione consiliare per la tutela dei soci di Roma Intangibile e per la difesa di un principio di legge e di sana amministrazione qual è quello dell’obbligo di rispondere con un si o con un no alle istanze dei cittadini e delle associazioni. Nel caso specifico ho chiesto con interrogazione consiliare: “Che fine ha […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: