Conclusa la seconda edizione del “Premio Borgia”. Premiato il dott. Fontana

6 Settembre 2017 0 Di ladiretta1993
A quattro personalita’ che si sono distinte nell’ ambito culturale, scientifico, professionale e impegno sociale, sono stati consegnati i riconoscimenti di merito, durante la 2^ edizione del:” Premio  Internazionale Duchessa Lucrezia Borgia”.

Si tratta del professor Loreto Gesualdo, dell’ avvocato Andrea Lisi, del professor Luciano Tarricone e del dott. Tommaso Fontana. L’evento svoltosi presso il bellissimo Palazzo Tupputi, prestigioso esempio di architettura rinascimentale, e’ stato presentato dal dott. Claudio Ruggieri, il quale ha ringraziato i consiglieri comunali presenti alla cerimonia, Antonio Rossi, Pietro Consiglio e il Vicesindaco avv. Vittorio Fata, quest’ ultimo con Antonio Speranza Presidente dell’ Associazione Osservatorio Nazionale Duchessa Lucrezia Borgia, con la vice presidente Giancarla De Feudis   e le consigliere dell’ Associazione Angela Di Ceglie e Liliana Miccoli, hanno premiato le quattro personalita’  che si sono distinte nei vari campi accademici.
La manifestazione e’ stata organizzata dall’ Associazione Culturale Biscegliese Osservatorio Nazionale
Duchessa Lucrezia Borgia e del suo comitato direttivo culturale – scientifico che vede l’alto patrocinio della citta’ di Bisceglie e del comune di Ferrara, Regione Puglia, Provincia Bat e Puglia 365 Promozione Cultura e Turismo. Partner della serata la redazione Polis News di Bari.
I premiati sono stati preceduti da un filmato che ha mostrato il loro operato. Il prof. Loreto Gesualdo ha sottolineato come lo stile di vita a cui siamo abituati, ci ha portati ad assumere un maggior numero di calorie, di conseguenza e’ facile vedere bambini e adulti obesi. ” Occorre abituare i bambini ad una corretta alimentazione, per questo il ruolo degli insegnanti e’ molto importante”. “Anche il pane potrebbe causare dei danni alla salute, per coloro che presentano problemi di ipertensione”.
“E’ necessario quindi – ha spiegato il prof. Gesualdo -sostituirlo con ” pane iposodico”. Il prof. Loreto Gesualdo e’ Ordinario di Nefrologia e Presidente della Societa’ Italiana di Nefrologia, inoltre Presidente della Scuola di Medicina dell’Universita’ di Bari, studioso di fama Nazionale ed Internazionale.
Argomento ben diverso quello trattato dall’avvocato Andrea Lisi . ” Oggi se chiedessimo a dei ragazzi a cosa servirebbe una matita ed una cassetta musicale o un floppy disk non saprebbero rispondere” – ha affermato l’avv. Lisi – . I motivi sono causati dalla tecnologia che avanza rapidamente.
Sono cambiati persino i nostri comportamenti. Ai concerti non si usano piu’ le romantiche candele ma la luce dei cellulari. ” Le nuove generazioni affidano i loro pensieri a Facebook che ha sostituito il vecchio diario cartaceo di un tempo di cui eravamo estremamente gelosi se altri lo avessero letto” ma e’ necessario usare il web con precauzione. ” Internet non e’ un gioco ha sottolineato l’avv. Lisi e puo’ diventare pericoloso”. Alcuni si sono suicidati a causa del bullismo sulla rete informatica o per dei filmati privati finiti nelle mani sbagliate e condivisi da molti. “Purtroppo in questi casi non sempre le sentenze dei giudici sono veloci ed efficaci e l’applicazione alle norme giuridiche italiane sono piuttosto lente”.
“E’ necessario mettere in guardia i nostri figli affinche’ non si trovino disarmati di fronte alle insidie di internet.
Alla domanda dell’ avv. Fata su come comportarsi su chi rilascia commenti piuttosto offensivi contro chi si dedica alla politica e non.  L’avv. Lisi ha affermato che non bisogna ” gettare benzina sul fuoco”. Un esempio eclatante e’ la Presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini che ha minacciato querele
a coloro che avrebbero continuato a denigrarla sul web. Cio’ ha causato l’ effetto opposto i commenti deleteri nei suoi confronti sono aumentati.
” E’ comunque necessario che questa gente venga querelata e presi seri provvedimenti giuridici quando
oltrepassano il senso della misura”. L’ avv. Andrea Lisi e’ Presidente di ANORC ( Associazione Nazionale per Operatori e Responsabili della Conservazione Digitale dei Documenti ) fondatore coordinatore degli stati generali della memoria digitale. Direttore scientifico Unitelma Sapienza e docente presso  Unisalento, componente del comitato scientifico del laboratorio di studi e ricerche sull’ E- governament – diritto, politica e tecnologia per il governo delle organizzazioni complesse, docente ( SDA Bocconi ) e componente del comitato scientifico progetto di formazione ed intervento per l’Universita’ ed Enti di Ricerca.
Il terzo ad essere premiato e’ stato il professor Luciano Tarricone, ordinario di campi elettromagnetici al
dipartimento di ingegneria dell’ Innovazione Universita’ del Salento, membro dell’Assemblea Generale dell’ European Microwave Association ( EuMa ) dove rappresentera’ l’Italia dal prossimo Gennaio sino al 2019. Nel 1984 e’ stato premiato come ” Alfiere del Lavoro” dal Presidente della Repubblica Italiana, Sandro Pertini. Il prof. Tarricone ha spiegato il funzionamento che avviene attraverso il RFID, un acronimo che deriva dall’ inglese Radio – Frequency Identification o Identificazione a Radiofrequenza.
Un sistema che serve per identificare gli oggetti attraverso le radiofrequenze, e’ formato essenzialmente da due pezzi ovvero due antenne, una composta dal lettore ed un’altra detta tag, un’etichetta sottilissima di carta adesiva cui all’ interno e’ presente un’ antenna,  in realta’ un piccolo chip che puo’ contenere tantissime informazioni per l’ identificazione e memorizzazione  autonoma di oggetti, animali o persone di vario tipo a seconda di quello che viene memorizzato.  Si tratta di una tecnologia che sostituisce il vecchio codice a barre perche’ ci fornisce delle informazioni piu’ accurate sull’ oggetto.
Attraverso un filmato mostrato al pubblico e’ stato possibile notare come il RFID posto sugli oggetti o animali, ci consenta di identificare la provenienza e la scadenza di una spigola o delle nozioni su dei libri nonostante fossero chiusi. Sull’eventuale pericolosita’ delle onde elettromagnetiche il vicesindaco ha voluto approfondire l’ argomento. Per il prof. Tarricone “il rispetto delle norme vigenti, ci garantisce la tranquillita’, pero’ nel caso dei cellulari,  se la stazione di servizio e’ bassa il nostro smartphone si auto regola su di una frequenza maggiore  per questo motivo ha concluso il prof. Tarricone – stiamo lavorando per ridurre l’esposizione “-.
Il dott. Tommaso Fontana, ricollegandosi a cio’ che ha dichiarato il prof. Tarricone, ha spiegato come le onde elettromagnetiche siano pericolose in quanto oggi si potrebbe causare una catastrofe facendo cadere un aereo semplicemente con il cosiddetto: ” Raggio della Morte”.
L’ avv. Fata ha elogiato il dott. Fontana per le sue innumerevoli attivita’ non solo a livello culturale ma  anche attraverso il suo intervento dal punto di vista sociale. ” E’ grazie a lui se oggi la nostra citta’ appare piu’ bella ha affermato il vicesindaco. Il noto medico biscegliese rispondendo alla domanda su cosa dovrebbe fare l’amministrazione  per attirare un maggior numero di turisti ha asserito che occorre porsi una semplice domanda. Perche’ i turisti dovrebbero venire a Bisceglie? La risposta e’ molto semplice, perche’ c’e’ un mare di cultura, anche se purtroppo non sappiamo come usufruirne. Occorre un team di persone dedite all’ apertura dei musei, palazzi e del castello che sono purtroppo chiusi al pubblico e aperti solo in determinate occasioni.
Il dott. Tommaso Fontana ha ottenuto il premio alla peronalita’ locale per la sua dedizione nell’ ambito
storico – culturale nella sua citta’. Uno dei fondatori del Centro Studi Biscegliesi che svolge attivita’ divulgativa della cultura della citta’ di Bisceglie e di tutta la Puglia. Autore di libri e di mostre culturali oltre alla sua prestigiosa carriera di medico. E’ fondatore di una collana di quaderni storici che vanta una decina di pubblicazioni. E’ stato ideatore della ” Festa del Ritorno”  evento culturale dedicato a tutti i biscegliesi all’ estero.
Si e’ conclusa con successo quindi la seconda edizione del Premio Internazionale Duchessa  Lucrezia Borgia. Per tutti coloro che fossero interessati, l’ Associazione Culturale Osservatorio Nazionale Duchessa Lucrezia Borgia ( fondata il 25 Ottobre 2011 ), promuove e organizza:
1) Partecipazione agli eventi culturali dell’ Associazione;
2) Gite culturali nelle citta’ d’ Arte;
3) Tutela e valorizzazione del patrimonio storico – artistico, mediante attivita’ di ricerca e promozione culturale;
4) Comunicazione e sviluppo del turismo sociale;
5) Sviluppo della partecipazione attiva e responsabile dei cittadini alla vita culturale e sociale;
6) Informazione e comunicazione nell’ ambito storico – artistico;
7) Collaborazione con Aziende ed Enti Locali per promuovere le attivita’ turistico – culturali dell’ Osservatorio;
8) Promozione del prestigioso Premio Internazionale Duchessa Lucrezia Borgia, Duchessa di Bisceglie
    e Reggente di Ferrara.
Per informazioni contattare l’ Osservatorio Nazionale Duchessa Lucrezia Borgia:
e – mail: assculturalelucreziaborgia@gmail.com
tel. 347 88 54 172
ANTONELLA SALERNO