Casella nuovo Presidente del Consiglio comunale. «Nuovi segnali di confronto in aula»

«Metto a disposizione la mia umile esperienza che ha contraddistinto il mio lungo percorso politico. Un percorso che ho sempre considerato una palestra che mi ha fatto crescere non solo come politico ma come uomo e cittadino». Ha esordito con queste parole il nuovo Presidente del consiglio comunale Gianni Casella eletto all’unanimità dei presenti.

«Sarà forse l’ultimo intervento che farò per rispetto istituzionale che mi obbliga a non entrare nell’agone politico. Vengo da 5 anni di opposizione condivisa con il sindaco Angarano che mi vedeva di fronte ad una maggioranza silente che impediva ogni possibilità di confronto, una conseguenza forse di quella infame campagna elettorale del 2013. Oggi i segnali arrivati da questa aula sembrano già diversi come testimoniano apprezzabili interventi tra cui quello del giovane consigliere Giuseppe Losapio.
Mi è dispiaciuto vedere Franco Napoletano e il suo gruppo abbandonare l’aula. Noi non lo abbiamo fatto 5 anni fa quando era chiaro che fosse il Presidente del Consiglio della maggioranza di Spina».

«Consapevole di dover trovare un giusto equilibrio tra diritti e doveri -ha concluso il presidente Casella-, assumerò una posizione di garanzia istituzionale nel rispetto rigoroso delle regole che non riguardano solo la gestione del dibattito in aula ma anche nel mettere a disposizione dei capigruppo tutto il meteriale utile alla discussione dei punti all’ordine del giorno».

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Unione Commercio: la revoca dell’assessore Lorusso è l’errore politico di Angarano

Non si placano le riflessioni  del mondo politico ed associazionistico dopo la revoca della delega assessorile all’avvocato Maria Lorusso da parte del Sindaco della città di Bisceglie. Dall’Ufficio di Presidenza di Unibat esprimono rammarico per la decisione di Angarano affermando: “Il Sindaco di Bisceglie ha perso l’occasione per dimostrare che una politica diversa è ancora […]

Nuovi ospedali, Amati: “Un combattimento. Andria e Nord barese attendono finanziamenti promessi per partire”

“Sui nuovi ospedali è sempre un combattimento. Quelli di Andria e del Nord barese non possono partire, l’uno per i lavori e l’altro per la progettazione, a causa della mancata erogazione dei finanziamenti già disponibili ma non ancora erogati. Quello di Maglie-Melpignano, invece, ha un ritardo nella consegna della progettazione di almeno un mese rispetto […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: