Otto Isole ecologiche mobili anche per il 25 aprile e 1 maggio

Visto l’ottimo risultato conseguito nel giorno di Pasquetta, l’amministrazione comunale ed il Consorzio Ambiente 2.0, l’azienda che gestisce il servizio di igiene urbana in città, hanno deciso di garantire lo stesso servizio anche nelle giornate del 25 aprile e del 1 maggio, date da sempre utilizzate dai biscegliesi per raggiungere le residenze rurali in prossimità della città per trascorrere qualche ora all’aria aperta in compagnia di parenti e amici.

Anche in queste due giornate, infatti, il Consorzio Ambiente 2.0 ha previsto il dislocamento di otto postazioni straordinarie mobili di raccolta dei rifiuti proprio per andare incontro alle esigenze dei residenti e dei tanti proprietari delle “case sparse” nell’agro cittadino.

Ecco la mappa delle otto isole ecologiche mobili predisposte per il 25 Aprile e 1 Maggio:

 

–   Largo Salsello incrocio con via M. Dell’Olio;

–     Via G. Bovio , di fronte mobilificio Valente

–   Via Crosta incrocio Via Don Pancrazio Cucuzziello;

–    Via Andria incrocio Via S. Pietro;

–   Via Vecchia Corato incrocio Via San Mercuro;

–   Via Sant’Andrea incrocio Strada del Carro;

–   Via Ruvo incrocio Via delle Comunità Europee;

–   Via san Francesco incrocio Via Fragata.

 

Le isole ecologiche stabili di via Carrara Salsello e via Padre Kolbe saranno aperte dalle 07.00 alle 13:00.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Associazione Baywatch: per il 2022 tre corsi da bagnino a ragazzi di famiglie in difficoltà e maggiore impegno per le persone disabili

Archiviato il progetto Spiagge Sicure 2021, l’Associazione Baywatch ha già iniziato a lavorare per il 2022, con una attenzione al sociale sempre maggiore. “I nostri obiettivi sono gli stessi di sempre, solo ogni anno più grandi: garantire la sicurezza dei bagnanti in spiaggia, rendere Bisceglie ancora più bella e attrattiva, consentire a tutti i cittadini, […]

Covid, anche la Asl Bat sospende i dipendenti non vaccinati. A casa 21 lavoratori

L’Asl Barletta-Andria-Trani ha sospeso 21 dipendenti non vaccinati contro il Covid. Il provvedimento prevede la privazione della retribuzione e di qualunque altro compenso o emolumento, fino all’assolvimento dell’obbligo vaccinale o, in mancanza, fino al 31 dicembre. “È un atto dovuto che arriva a conclusione di un lavoro meticoloso fatto dalla commissione aziendale -dice Alessandro Delle […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: