Gal Ponte Lama: Presidenza ai privati, assenza di donne e Cda che aumenta a 15 membri

Rinnovati gli organi societari del Gal Ponte Lama. Il consiglio d’Amministrazione passa da 11 a 15 membri. Dopo tre consiliature del Gal, in cui la figura del Presidente era espressione dei soci pubblici, per la prima volta registriamo l’assegnazione della Presidenza in quota alle parti private. Infatti, è stato designato Presidente Mimì Patruno, storico rappresentante dell’agricoltura biscegliese.

Nel consiglio d’amministrazione si registrano molti dei candidati delle liste riconducibili ad Angarano e Silvestris, probabile frutto della logica spartitoria politica. Tra i nomi leggiamo Francesco Mansueto, Tommaso Mastrototaro e Maria Lorusso.

C’è anche un rientro: si tratta di Carlo Laurora, ex consigliere regionale di Trani a attuale consigliere comunale di maggioranza nella sua città.

All’aumento esponenziale dei posti nel CdA  non è corrisposto un aumento della presenza femminile: su quindici membri, solo una donna. Questo dovrebbe determinare per Legge una diffida del Ministero delle Pari Opportunità e delle autorità in materia specifica, con l’obbligo di rivedere e riformulare il Consiglio d’Amministrazione entro 30 giorni, includendo almeno altre quattro presenze femminili.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Libera il futuro: a Bisceglie la mobilità pedonale per disabili e famiglie è insostenibile. Le nostre proposte

Libera il futuro continua a commentare quel che succede in città e ad avanzare le proprie proposte tramite le puntate del podcast “Buon vento, Bisceglie!”Passeggiare in città con un passeggino o una carrozzina è un’avventura molto poco piacevole: scivoli quasi inesistenti o occupati da auto in sosta, marciapiedi stretti, sconnessi o usati come parcheggi, strade che […]

“Bisceglie Unita” sui roghi a Sant’Andrea

«Una faccenda che mi sta molto a cuore è quella degli incendi nella zona Sant’Andrea. Con il gruppo Bisceglie Unita già un anno fa abbiamo portato la questione all’attenzione dell’amministrazione comunale, nella persona del Sindaco Angelantonio Angarano, a testimonianza di ciò, vari post social e comunicati stampa sulle testate locali. È curioso notare che gli […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: