Incidenti stradali a Bisceglie, Di Leo: alcune strade vanno messe in sicurezza

Incidenti stradali a Bisceglie, Di Leo: alcune strade vanno messe in sicurezza

12 Giugno 2019 0 Di ladiretta1993

«Gli ultimi sinistri stradali, ci auguriamo con esiti non drammatici, hanno evidenziato alcune criticità della viabilità biscegliese non trascurabili.» Esordisce così Marco Di Leo, ex consigliere comunale e candidato alle amministrative del 2018 nella lista “Bisceglie D’Amare”.

«In passato ho avuto modo di esprimere i miei dubbi riguardo l’effettivo stato di sicurezza di alcune zone della nostra città dando dei suggerimenti,  ed è per questo dopo un confronto con i diversi residenti delle zone, che sollecito e suggerisco, all’attuale Amministrazione a prendere i giusti provvedimenti anche in tempi molto brevi.
In particolar modo, suggerisco l’installazione di una rotatoria all’incrocio tra Via Carrara Reddito e Via Vecchia Corato, già teatro di numerosi incidenti. Questa misura, unitamente al rifacimento della segnaletica orizzontale e verticale e alla sostituzione dell’attuale sistema d’illuminazione con gli impianti a LED già previsti, è in grado di garantire un miglioramento della viabilità e un’effettiva messa in sicurezza della stessa» ha aggiunto.

«L’attenzione va posta anche su altre arterie importanti del traffico come per esempio: Via Ugo La Malfa, Via Salvemini e Via San Martino. Anche in questo caso sollecito l’Amministrazione affinché il vecchio impianto d’illuminazione sia sostituito con quello a LED e che il rifacimento della segnaletica verticale e orizzontale, in modo particolare per gli attraversamenti pedonali assolutamente non visibili, sia sostenuto dall’installazione dei rispettivi rallentatori già presenti in alcune aree della nostra città.

La sicurezza non ha colore politico e perciò mi aspetto che questi suggerimenti possano essere accolti con sincera approvazione. Qualora questo non dovesse verificarsi, sarò pronto ad avviare una raccolta firme da presentare, in fase terminale, agli organi preposti» ha concluso Marco Di Leo.

Annunci