Bisceglie, bombe danneggiarono ben 7 auto parcheggiate: 2 arresti

Ben sette autovetture danneggiate  nella notte del 23 e 30 dicembre 2020, questo è il triste bilancio verificatosi in Bisceglie, probabilmente riconducibile a “sgarri” verificatisi nel mondo della droga.

Numerose perquisizione domiciliari vennero eseguite la notte tra il 30 e 31 dicembre 2020, dai Carabinieri di Trani e Bisceglie coadiuvati da personale del Nucleo Eliportato “Cacciatori di Puglia” e dal Nucleo Cinofili Carabinieri di Modugno (Ba), che portarono all’arresto di D. T. R., con numerosi pregiudizi di polizia soprattutto per reati afferenti gli stupefacenti, e L.G., incensurato, entrambi classe ’85, perché trovati in possesso rispettivamente di cocaina e bombe carta.

Le indagini, condotte dalla Tenenza di Bisceglie, attraverso attività tecniche, hanno permesso di acquisire elementi probatori sul conto proprio di D.T.R. e di D.P.F., quest’ultimo di 20 anni.

In particolare D.T.R., nella serata del 23, armatosi di una pistola, detenuta illegalmente, dopo aver minacciato di morte G.G. e A.L., ha posizionato nella tarda serata, insieme a D.P.F.,  due  ordigni esplosivi sotto altrettante autovetture danneggiandole seriamente. Nell’esplosione, vennero altresì danneggiate altre tre autovetture parcheggiate nei pressi.

Analogo attentato dinamitardo venne compiuto, la sera del 30 dicembre, su un’altra autovettura, cagionando danni oltre ad un auto li parcheggiata, anche ad alcuni edifici.

Gli elementi probatori raccolti sono stati, quindi, pienamente condivisi dalla Procura della Repubblica di Trani che ha richiesto ed ottenuto dal GIP del locale Tribunale l’emissione di un’ordinanza di custodia cautela in carcere che è stata prontamente eseguita dai militari.

I due giovani sono stati arrestati e condotti presso il carcere di Trani.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Covid: in Puglia stop a tamponi fatti da medici famiglia

Dal primo agosto i medici di famiglia pugliesi non possono fare più tracciamento e nemmeno effettuare tamponi Covid, ad eccezione della richiesta in caso di primo test. E’ scaduto, infatti, l’accordo con la Regione Puglia che aveva durata sino al 31 maggio scorso, poi prorogato al 31 luglio e adesso non rinnovato. L’organizzazione sindacale dei […]

Covid: 236 nuovi casi di contagio in Puglia

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano ha reso noto che oggi in Puglia, sono stati registrati 12.668 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 236 casi positivi: 98 in provincia di Bari, 15 in provincia di Brindisi, 23 nella provincia Bat, 24 in provincia di Foggia, 44 in provincia di Lecce, 22 […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: