La Capitaneria di Porto soccorre a Bisceglie un marittimo infortunato

Nella mattinata odierna perveniva segnalazione alla Sala Operativa della Capitaneria di Porto di Barletta da parte del Comandante di un Motopesca, facente base presso il porto di Monopoli, circa l’infortunio avvenuto a bordo della propria unità da pesca ad un marittimo a seguito di una caduta accidentale. Lo stesso riferiva che il marittimo avvertiva forte dolore all’arto inferiore che ne impediva il movimento e che pertanto procedeva la navigazione per il porto di Bisceglie.

Nel frattempo la Sala Operativa metteva in contatto il personale di bordo del Motopesca con il C.I.R.M. (Centro Internazionale Radio Medico) al fine di monitorare lo stato di salute del malcapitato e suggerire le prime cure sanitarie da applicare attraverso il contatto telefonico costante con personale medico specialistico.

All’arrivo in porto a Bisceglie il personale militare dipendente dell’Ufficio Locale Marittimo provvedeva a fornire assistenza predisponendo l’ormeggio in sicurezza dell’unità e garantendo il pronto intervento a bordo della stessa del personale sanitario del 118 per le cure del caso. Sbarcato dal Motopesca, l’ambulanza del servizio 118, prontamente chiamata dalla Capitaneria di Porto, provvedeva a condurre il malcapitato presso l’Ospedale Monsignor Raffaele Dimiccoli di Barletta.

PAOLA COPERTINO

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Maratona delle Cattedrali, danni e disagi alla circolazione. “Prima bloccati in macchina per oltre un’ora, poi 1 km a piedi con il pancione!”

Bisceglie – Nella mattinata di domenica 8 maggio, si è svolta la sesta edizione della “Maratona della Cattedrali” con i suoi canonici 42.195 Km, toccando Barletta, Bisceglie, Trani, Molfetta e Giovinazzo. Le avverse condizioni climatiche non hanno frenato gli otre mille atleti e podisti che hanno partecipato alla manifestazione, trecento dei quali giunti per l’occasione […]

Appalti ristrutturazione stazione Bisceglie, il clan dei Casalesi sarebbe implicato nei lavori. Rete Ferroviaria Italiana “parte lesa”

Sarebbe Leonardo Loiacono il funzionario di rete Ferrovia Italiana e direttore dei lavori della TEC Srl arrestato dai Carabinieri di Napoli il presunto collettore tra il famigerato clan camorristico dei “casalesi” e gli appalti per le ristrutturazioni e ampliamento delle stazioni ferroviarie di Molfetta, Trani, Bisceglie, Santo Spirito, bari Nord, Barletta e Taranto. Loiacono è […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: