25 aprile, Cgil: per la pace nel segno della Resistenza

Il 25 aprile 2022 è per la Pace. La Festa della Liberazione, nell’attuale contesto storico che stiamo vivendo assume una particolare connotazione e si tinge dei colori dell’arcobaleno. Questo perché il 25 aprile è la giornata simbolo dei valori della Repubblica democratica, della libertà, della democrazia, dell’antifascismo, del lavoro. E quindi anche della pace, valori tutti sanciti nella nostra Carta Costituzionale. La Cgil Bat parteciperà a tutte le manifestazioni che si terranno nei Comuni della provincia. Il segretario generale Michele Valente sarà presente all’iniziativa di Bisceglie che prevede il raduno alle 10 davanti a Palazzo di Città, la deposizione di tre corone d’alloro e gli interventi in piazza Vittorio Emanuele II mentre nelle altre città della Bat, il sindacato sarà rappresentato dai coordinatori delle Camere del lavoro comunali e dai segretari delle categorie.

 

«“L’Italia ripudia la guerra” è scritto nella nostra Costituzione ed è questo l’articolo che quest’anno vogliamo tenere bene a mente nel celebrare insieme all’Anpi e alle pubbliche amministrazioni la Liberazione dell’Italia dal nazi-fascismo. Manifesteremo contro tutte le guerre, non solo quella che si sta combattendo in Ucraina e ci uniamo alla speranza del Papa, ribadita ancora una volta durante il Regina Coeli alcuni giorni fa affinché le guerre lascino il posto alla riconciliazione. Ma manifesteremo anche naturalmente per dire con nettezza da quale parte stiamo e per ribadire il nostro impegno antifascista mentre purtroppo continuano gli attacchi e le violenze di stampo squadrista, come è stato l’assalto alla Cgil nazionale avvenuto il 9 ottobre scorso», commenta il segretario generale della Cgil Bat, Michele Valente.

 

«Finalmente quest’anno, dopo due anni di stop, torniamo a festeggiare la Liberazione come ci piace fare, colorando strade e piazze con le nostre bandiere al vento intonando “Bella Ciao” e quest’anno anche rivolgendo la nostra gratitudine a tutti i lavoratori in campo, ai volontari e a tutte le donne e gli uomini impegnati nella lotta contro il Covid-19, così come non possiamo dimenticare i tanti anziani che sono andati via da soli, in silenzio. Anche così pensiamo che si salvaguardi la democrazia e la Costituzione italiana. Ora e sempre Resistenza», conclude Valente.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

L’assessore Naglieri giustifica il mancato riconoscimento del premio “Comuni ricicloni” della Legambiente

“Per l’edizione 2022 del premio Comuni Ricicloni di Legambiente, diversamente dagli anni passati, i parametri considerati sono stati il superamento della percentuale di raccolta differenziata del 65% e la produzione pro-capite di rifiuto secco avviato a smaltimento (massimo 75 kg all’anno per ogni abitante). Ciò ha determinato che l’importante riconoscimento sia passato da 113 comuni […]

Risposta Green Link parla chiaro: 30mila euro per pulire le strade durante “Libri nel Borgo Antico” e “Calici nel Borgo Antico”

«La risposta di green link è precisa. Quindi i 30 mila euro stanziati in aggiunta al canone per il centro storico sono serviti per pagare il periodo di Libri nel Borgo Antico e quello di Calici nel Borgo Antico. Il resto dell’anno il centro storico può rimanere una pattumiera? Non diamo completamente la colpa ai […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: