Manovra: Ricchiuti (Fdi), ‘sinistra alimenta contrapposizione autonomi/dipendenti’

“La sinistra e la sua stampa compiacente hanno davvero stufato con la ramanzina sul fatto che l’aumento da 65 a 85mila euro di ricavi per il forfettario, inserito in legge di bilancio, favorirebbe gli autonomi e i ricchi e discriminerebbe i dipendenti. Questa contrapposizione strumentale fa male a tutti ed è basata su menzogne. Tanto per iniziare, l’aumento di soglia interesserà al massimo il 4% degli autonomi. Ricordo, inoltre, che un lavoratore autonomo non ha alcuna ‘garanzia’ di arrivare ogni anno a raggiungere quella soglia. Per fatturare 85mila euro bisogna impegnarsi strenuamente, spesso senza limiti di orari, sgomitare sul mercato, rischiare, augurarsi che tutti ti paghino, non ammalarsi. Prendiamo il caso della pandemia: non a caso le partite Iva sono diminuite e i dipendenti cresciuti”. Lo dichiara Lino Ricchiuti, vice responsabile dipartimento Imprese e mondi produttivi di Fratelli d’Italia.

“Occorre poi far presente che l’autonomo non ha una serie di bonus e tutele come malattia, ferie, permessi, Tfr, tredicesime/quattordicesime. Nel corso di questa legislatura, sono sicuro che il Governo Meloni lavorerà per sanare queste differenze, ma ciò non significa andare contro i dipendenti, bensì trattare il lavoro, qualunque esso sia, con pari dignità. Cosa che evidentemente dà fastidio alla sinistra”, conclude l’esponente di Fdi.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Nuovi ospedali, Amati: “Un combattimento. Andria e Nord barese attendono finanziamenti promessi per partire”

“Sui nuovi ospedali è sempre un combattimento. Quelli di Andria e del Nord barese non possono partire, l’uno per i lavori e l’altro per la progettazione, a causa della mancata erogazione dei finanziamenti già disponibili ma non ancora erogati. Quello di Maglie-Melpignano, invece, ha un ritardo nella consegna della progettazione di almeno un mese rispetto […]

PNRR, il Comune ottiene 855mila euro per nuove mense scolastiche

Il Comune di Bisceglie ha ottenuto un finanziamento PNRR di 855.000 euro per la realizzazione di nuove mense scolastiche alla scuola “Arc. Prof. Caputi”, in via XXV Aprile, e all’istituto scolastico in via Martiri di via Fani. Nello specifico, il nuovo immobile destinato a refettorio della scuola “Caputi”, dimensionato per un numero di 60 alunni […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: