TRA NOTTE BIANCA E NOTTE IN BIANCO…

Se escludiamo che vi possono partecipare solo quelli che domattina non devono svegliarsi alle 6 per andare a lavoro; se escludiamo che i commessi ed i dipendenti di negozi ed esercizi commerciali saranno costretti a forzare l’orario di lavoro con un “notturno” che non sappiamo neanche se verrà riconosciuto loro come tale;
con tanto escluso, ci chiediamo: perchè valorizzare vie cittadine che già sono abbondantemente frequentate e non quartieri e vie abbandonati al mortorio tipo, chessò, via Vecchia Corato, via Sant’Andrea, via Cavour, via Ugo La Malfa, la zona 167?

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Piano Sociale di Zona -Trani e Bisceglie: realizzare insieme il futuro del welfare

L’Ambito Territoriale Sociale di Trani – Bisceglie ha costituito la “Rete per l’inclusione e la protezione sociale dell’Ambito Territoriale” (art. 21 del D.lg. 147/2017) organizzata al suo interno con specifici tavoli di confronto e co-programmazione, con il coinvolgimento dei servizi sociali professionali dei Comuni di Trani e Bisceglie e del Distretto ASL Bat, con il […]

Concorso studentesco Giovanni Paolo II: Al primo posto anche la scuola don Pasquale Uva di Bisceglie

Canzoni inedite, cartelloni, poesie, video animati, quadri che rappresentano il sogno di un presente e un futuro in cui le persone costruiscono relazioni sane. Sono i lavori vincitori dell’undicesima edizione del concorso Giovanni Paolo II, promosso dall’omonima associazione biscegliese presieduta dal professor Natalino Monopoli. Presentati dagli stessi studenti sabato 14 maggio presso l’auditorium Michele Dell’Aquila […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: