I conflitti di interesse che attendono… “la svolta”

Il 31 maggio scorso ero presente in Aula, quando i consiglieri comunali respinsero, 12 voti a favore e 11contrari, la mozione del consigliere Amendolagine, con la quale si chiedeva di rinviare la votazione e vincolarla alla successiva richiesta di un parere legale a cura dell’avvocatura comunale, in merito all’applicazione della normativa urbanistica e paesaggistica in vigore (PPTR) ma soprattutto a chiedere che prima l’amministrazione comunale adegui il vigente PRG al PPTR.

Certo, avete capito bene, stiamo parlando della famigerata lottizzazione della maglia 165 (zona BiMarmi).
Non potevo crederci, ho visto votare la mozione anche dai consiglieri comunali Ferrante e Pedone.
Ebbene, ero certo che loro due fossero in conflitto d’interessi, per la loro parentela con alcuni proprietari interessati alla lottizzazione. Senza perdermi d’animo, ho immediatamente scritto alla segretaria generale del Comune per segnalarlo. E’ tanto vero che il 3 giugno, in seconda convocazione, al riproporsi del punto in consiglio comunale, i due sono finalmente usciti dall’Aula, non partecipando al voto, confermando che non sbagliavo.

Purtroppo, però grazie al voto espresso da loro, la mozione di Amendolagine non è passata, grazie a loro non conosceremo mai il parere dell’avvocatura comunale su questo argomento ma soprattutto la richiesta di adeguare il PRG al PPTR, prima della lottizzazione non è passata. Questo cambia non poco le carte in tavola, spianando la strada ad un facile e confortevole esito positivo da parte dei proprietari dei suoli. Proprietari che legittimamente rivendicano i loro diritti, che potrebbero essere soddisfatti anche attraverso la costruzione di strutture turistiche e non per forza trasformando la zona in un dormitorio come avvenuto per la litoranea di ponente.

Devo constatare che l’abitudine al conflitto d’interessi è cosa vecchia a Bisceglie.
Tornando indietro con la memoria, infatti, viene subito in mente che pochi giorni fa l’assessora Sasso in buona fede deliberava a favore dell’incarico ad un suo parente avvocato. L’assessora Rigante ingannata dal tempo passato, non ricordava che nella graduatoria di cui lei votò lo scorrimento, vi era scritto il nome di suo marito. Il consigliere Innocenti, il 14/12/2018, anche se il suo voto non avrebbe cambiato le sorti del debito fuori bilancio, votava in conflitto in merito al pagamento dei suoli PEEP. L’assessore Abbascià si voto in giunta una serie di delibere inerenti il PEEP dove poi si scoprì aver preso casa. Il PIRP varato almeno un decennio fa, registrò il conflitto di interessi del consigliere Rossi e dell’assessora Spina. Quest’ultima si astenne dal voto in giunta, ma relazionò in consiglio comunale, in veste di assessore, durante la discussione del punto.

E’ pur vero che se escludiamo i consiglieri Ferrante e Pedone nessuno di questi episodi ha prodotto spostamenti decisionali, ma è anche vero che si tratta di episodi che soffrono sotto il profilo morale e dell’immagine.

Non credo di essere solo nel pensare che la città è in attesa da decenni di metodi diversi. Quanto è lontana ancora “la svolta”?

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Covid: Ricchiuti (Fdi), ‘obbligo green pass penalizza piccole imprese’

“Le ultime novità sul nuovo provvedimento al Green Pass recita che chi ne è sprovvisto deve essere sospeso ma non può essere licenziato. Una grande azienda se sospende un dipendente non ha grossi problemi sul piano della produttività stessa, ma una microimpresa con 2/4 dipendenti non può fare a meno di nessuno, neanche per un […]

De Toma: «Politiche Giovanili a Bisceglie poco sviluppate»

«Come Consigliere Regionale dei giovani, ho partecipato al progetto  “PUGLIA TI VORREI”, promosso dalla Regione Puglia. Qui,ho avuto l’opportunità di dialogare con l’assessore regionale Alessandro Delli Noci e con l’assessore del comune di Bari Paola Romano,per quanto riguarda le politiche giovanili Anche Bisceglie ha tanto da lavorare sotto il profilo delle politiche giovanili,nel corso di […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: