«Mia moglie, un Oss precario, dal 31 gennaio senza lavoro. Un “eroe” che torna disoccupato»

Giunge in Redazione una lettera firmata, che denuncia l’imminente licenziamento degli OSS precari a causa della scadenza del contratto. A scriverci è il marito della signora Francesca: «Mia moglie è un OSS precario, è stata assunta all’Ospedale di Bisceglie per l’emergenza Covid. Lei, come tantissimi altri operatori. In questi giorni negli ambienti lavorativi circola voce che il contratto, in scadenza al 31 gennaio prossimo, non sarà rinnovato».

«Mi rivolgo a Voi e  ai vostri lettori -prosegue la missiva-, ponendo alcuni interrogativi: com’è possibile che questi operatori, definiti Eroi, che hanno lottato, messo a repentaglio anche le loro vite, spesso stando lontani dalle famiglie per evitare di contagiare i loro cari, adesso rischiano di trovarsi senza lavoro?»

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlat

Nova Apulia, Cgil: stop alle attività, stato d’agitazione dei dipendenti

Le lettere di licenziamento sono già partite, nella Bat 8 dipendenti della società Nova Apulia concessionaria del Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo per la gestione dei servizi di accoglienza e di biglietteria stanno per perdere il loro lavoro. Dal 2013 si occupano di servizi come la biglietteria e il bookshop […]

8 marzo, Cgil Bat: “E donna sia… anche in pandemia”

L’8 marzo, nella giornata internazionale della donna, si terrà un incontro in diretta streaming promosso dalla Cgil Bat sul ruolo della figura femminile in pandemia, dalla scuola alla sanità, passando per le istituzioni e in generale attraversando l’intero mondo del lavoro declinato al femminile. “E donna sia… anche in pandemia” è il nome dell’iniziativa delle […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: