Spina: «Bisceglie fuori dai circuiti turistici nazionali e assente alla Bit di Milano»

«Bisceglie completamente assente dai circuiti turistici nazionali e assente dalla Bit di Milano. Anche quest’anno la nostra città non ha partecipato alla BIT (borsa internazionale del turismo) di Milano. Trani, per esempio, ha partecipato e ha promosso i suoi eventi, comunicando il suo programma agli operatori turistici nazionali e internazionali presenti alla BIT. Con le mie amministrazioni Bisceglie promuoveva i suoi eventi e catturava con un suo “stand” alla Bit di Milano, ogni anno, le attenzioni degli operatori turistici nazionali, organizzando rassegne, convegni, eventi e conferenze per promuovere la città di Bisceglie, le sue risorse Culturali e naturali.

Era l’occasione anche per rinsaldare i rapporti di affetto con la comunità biscegliese presente a Milano. Purtroppo, è finita con la SVOLTA la stagione di leadership territoriale biscegliese, con quei grandi eventi che portavano a Bisceglie, soprattutto durante la stagione estiva, decine di migliaia di presenze turistiche. Oggi, tutta L’”estate biscegliese” si riduce a destinare quasi tutte le risorse economiche e organizzative delle sponsorizzazioni comunali e paracomunali alla pur encomiabile “Libri del Borgo Antico”, rassegna nata con la mia prima amministrazione, sviluppatasi negli anni con illustri gestioni e presidenze e oggi diventata quasi una vera e propria “sezione di partito”, che promuove il suo presidente quale ulteriore prossimo candidato sindaco della SVOLTA, unitamente ad Angarano (tra breve sia Angarano che Silvestris comunicheranno il loro divorzio e le loro legittime aspirazioni individuali). Aspirazioni sindacali legittime e rispettabili, ma che non possono strumentalizzare assolutamente eventi comunali con il patrocinio e il sostegno del Comune di Bisceglie per un evidente conflitto di interessi.

La SVOLTA, insomma, coincide con la la pagina più buia della storia culturale biscegliese, lasciata solo alla buona volontà di mecenati locali che, senza purtroppo il sostegno comunale (che le amministrazioni precedenti a questa non hanno, invece, mai fatto mancare), scrivono e pubblicano a proprie spese opere importanti per la “traditio” della identità culturale della nostra comunità alle future generazioni. E a soffrire sono di conseguenza gli operatori turistici e commerciali locali, lasciati completamente soli e forti solo delle loro notevoli capacità ed esperienze personali che fanno lustro anche alla città di Bisceglie».

Lo scrive il consigliere comunale Francesco Spina in una nota.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Spina: «La cultura cittadina maltrattata da “La Svolta”»

«Dopo 4 anni di amministrazione Angarano-Silvestris, IL TEATRO DEI PICCOLI DEL “ Sistema Garibaldi” con sponsors biscegliesi emigra a Corato: “non è a me”. 2) PER 4 anni di seguito Battiti Live non sceglie Bisceglie: “non è’ a me!” 3) 4 retrocessioni in 4 anni della massima squadra di calcio Bisceglie 1913 dopo dodici anni […]

“Bisceglie Illuminata” al Sindaco: «Dopo due anni la Biblioteca comunale è ancora chiusa»

«Le scuole di ogni ordine e grado stanno volgendo al termine, ma della biblioteca comunale non si vede l’ombra. Esattamente due anni fa il movimento Bisceglie Illuminata presentava delle proposte per rendere la biblioteca comunale più moderna e funzionale. Dopo anni di chiusura della biblioteca gli studenti non hanno ancora un luogo di aggregazione culturale, di […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: