Impianti sportivi, Di Liddo (Olimpiadi): “Quali criteri per l’affidamento?”

Tiene banco nel dibattito politico biscegliese l’affidamento e la gestione degli impianti sportivi. Alcune società sono state invitate a lasciare le strutture che utilizzavano, altre invece ancora no. Continua a leggere

Annunci

Aumento Tari e gestione impianti sportivi, solo interrogazioni di Spina al prossimo consiglio comunale

Solo quattro punti all’ordine del giorno e tutti riguardano interrogazioni presentate dall’ex sindaco Francesco Spina.

Il pressing del consigliere comunale di opposizione con la richiesta di risposte scritte, riguarda diverse questioni. Spina chiede di sapere le iniziative dell’amministrazione comunale sui seguenti argomenti:

igiene urbana, pericoli per l’ambiente, aumento della Tari;

gestione del contenzioso legale;

organizzazione del personale;

utilizzo degli impianti sportivi.

Il consiglio comunale è stato convocato in seduta straordinaria per mercoledì 17 ottobre alle ore 17.30 presso l’Auditorium ex Monastero Santa Croce.

 

Ospedale, pronto lo spostamento del reparto di Medicina Interna da Trani a Bisceglie

“Lo spostamento della unità operativa di Medicina Interna diretta dal dottor Bartucci da Trani a Bisceglie è un chiaro passo avanti verso la piena realizzazione del Pta di Trani”: Alessandro Delle Donne, Direttore Generale della Asl Bt, sintetizza così i lavori in corso  di questi giorni tra Trani e Bisceglie.

Continua a leggere

Nuove disposizioni per il mercato ortofrutticolo all’ingrosso di corso Garibaldi

Al mercato ortofrutticolo all’ingrosso di corso Garibaldi si potrà accedere con veicoli anche il sabato dalle ore 4 alle ore 13.30.

È quanto stabilito dalla rettifica ad una precedente e recente ordinanza comunale che regolamentava lo svolgimento delle attività all’interno dell’area mercatale.

Rimangono invariate le altre disposizioni e cioè:

Continua a leggere

Maltempo, di nuovo allagato il waterfront

Torna ad allagarsi il waterfront di Bisceglie.

Una delle opere pubbliche più controverse realizzate negli ultimi anni, ha sempre mostrato la sua inadeguatezza a reggere la praticabilità durante gli acquazzoni più forti.

Una decina di centimetri di acqua piovana hanno riscoperto ila superficie in pietra del tratto stradale che fronteggia il porto. Le cause? Nessuno ha mai dato una spiegazione esaustiva, nemmeno l’architetto Michele Sgobba che progettò l’opera realizzata con un costo complessivo di oltre 4 milioni di euro. C’è chi dice che ci sia un errore di progettazione nella incanalazione delle acque, c’è chi invece sostiene che gli allagamenti siano dovuti ad un combinato tra l’inciviltà dei biscegliesi che buttano rifiuti per strada (rifiuti che finiscono poi nelle caditoie che dovrebbero lasciare fluire l’acqua e che invece restano intasate), e la cattiva manutenzione delle stesse caditoie che non vengono ripulite con maggiore frequenza.

Intanto il maltempo continua e su Bisceglie potrebbe esserci una tregua nel pomeriggio di oggi 4 ottobre. Per la protezione civile della regione Puglia si tratta di emergenza dal codice “giallo”. Il Centro Funzionale Decentrato ha valutato a partire dalla mezzanotte di domani e per le successive 18 un’allerta arancione per rischio idrogeologico localizzato e per temporali sulla Puglia meridionale e un’allerta gialla per temporali e rischio idrogeologico localizzato sulle restanti zone della regione.