LA POLITICA NELLE MANI DI POCHI

Facendo “zapping” su Facebook, durante il mio consueto giro che precede il riposo notturno, ieri sera mi sono imbattuto nella lettura di un annuncio di Fratelli d’Italia. La comunicazione annunciava l’assemblea regionale di “Fratelli d’Italia Puglia” per questo prossimo martedì, 18 luglio, a Bari.

Continua a leggere

Annunci

Rifiuti, Casella: «E’ cambiato tutto per non cambiare niente»

Non è un gioco di parole, ma la realtà dei fatti.
Ieri in Consiglio comunale, nonostante la discussione fosse come sempre sui debiti fuori bilancio(che novità), ho ritenuto di aprire il dibattito sul tema dei RIFIUTI nella nostra città, una priorità in termini di aggravio (aumenti) per i nostri cittadini rispetto ad un servizio non adeguatamente corrispondente.

Continua a leggere

GATTI DI PELUCHE, CASELLA CI SCHERZA SU: “MICI, MIAO MIAO”

Ironico e meno puntenge. Umoristico e senza colpire alcun personaggio politico. Non entra nel merito e ci scherza su, Gianni Casella, all’indomani del comunicato stampa diffuso dall’assessore Valente circa la presenza dei gatti di peluche contro i topi, all’interno della manifestazione “Notte Bianca” svoltasi a Bisceglie.

«Ammetto -scrive Casella poco fa-, ha ragione l’assessore Valente. Prendo le distanze dai mici di peluche».

Poi, rivolgendosi ai “mici” conclude: «Mici, non me ne vogliate. Miao Miao».

CAMPAGNA PELUCHE CONTRO I TOPI, ASSESSORE VALENTE: «CASELLA PRENDA LE DISTANZE DALL’INIZIATIVA»

L’amico Gianni Casella prenda le distanze dall’agenzia Nerd che cura la sua campagna #nelmodogiusto e lo faccia per amore della città e degli imprenditori che investono il frutto dei loro sacrifici nelle loro attività.
La campagna denigratoria contro una città non è mai stata commissionata prima d’ora.
Qui non si tratta più di lamentele spontanee dei cittadini, ma di un professionista della comunicazione che si fa pubblicità sulla pelle della comunità biscegliese.
Lanciare la campagna dei peluche durante la Notte Bianca, che ha visto lo sforzo congiunto delle Associazioni di categoria e di centinaia di imprenditori, è stato un atto sconsiderato e immotivato.
Visto che in passato il consigliere Casella, a posteriori, si è assunto la paternità dei manifesti di questa agenzia (“il servizio di igiene urbana è una schifezza”) con tutte le buone ragioni che anche Tar e Consiglio di Stato hanno confermato, condividendo quindi anche l’orientamento dell’amministrazione comunale di Bisceglie, auspico invece che sia completamente estraneo da questa campagna che all’inizio dell’estate non sembra motivata da buone e “sante” ragioni.
Ho apprezzato gli slogan di Casella che bisogna tenere la città pulita e che tutti i cittadini devono collaborare nella stessa direzione per amore della cosa pubblica.
Spero che coerentemente il consigliere Casella e tutte le forze politiche condannino questo modo sprezzante di fare comunicazione contro la città nella certezza che il committente di questa iniziativa dell’agenzia Nerd non sia un soggetto politico.
I commercianti biscegliesi sono pronti e vogliono fare il salto di qualità per il futuro e attraverso il Distretto Urbano del Commercio nei prossimi giorni stileremo una serie di iniziative che rilanceranno e rivitalizzeranno il commercio cittadino con risorse regionali e che costituiranno il volano economico della programmazione delle attività produttive della città.
Vincenzo Valente
Assessore alle attività produttive Comune di Bisceglie.

“IL COSTO DELL’IGNORANZA”, ALFONSO RUSSO E PIETRO CASELLA SULL’INTERVENTO DI RICCHIUTI: «ABBIAMO TRAVISATO LE SUE AFFERMAZIONI»

Riteniamo opportuno, per correttezza pubblicare quanto segue:
Con riferimento ai nostri commenti relativi alle dichiarazioni rese dal Dott. Alessandro Ricchiuti nel corso del convegno “Il costo dell’ignoranza” in cui lo stesso, in data 11.05.2017, è stato relatore è doveroso precisare quanto segue.
Ascoltando con attenzione la videoripresa del convegno e, in particolare, l’intervento del Dott. Ricchiuti, possiamo affermare che quanto dallo stesso dichiarato nel corso di quell’evento è stato da noi completamente travisato.
La sua opinione in merito al tema del dibattito è concettualmente diversa rispetto a quanto riportato da alcune testate giornalistiche, in particolare da BisceglieViva in data 12.05.2017.
Difatti, il Dott. Ricchiuti non hai mai usato il termine “pressioni” così come invece citato in detti articoli, né mai dalle sue dichiarazioni può intendersi che abbia inteso offendere chicchessia, tanto meno gli sportivi ed i cittadini biscegliesi.
Pertanto, riconosciamo che i nostri commenti in merito – a tratti esagerati ed ingiustificati – non erano in linea con il suo vero intento.
Tanto si doveva, per esercizio di stile nei confronti del predetto professionista, astenendoci per il futuro di commentare ulteriormente la vicenda.

Alfonso Russo
Pietro Casella