Distretto Urbano del Commercio, è guerra legale. Spina si rivolge al Tar contro la nomina di Belsito

A metà ottobre dello scorso anno Il sindaco Angarano aveva revocato a Francesco Spina l’incarico di rappresentante del Comune di Bisceglie nel Distretto Urbano del Commercio. il provvedimento faceva leva sull’articolo 12 comma 3 dello Statuto dell’organismo che «dispone la revoca in qualsiasi momento della nomina del proprio rappresentante in seno del Comitato Direttivo». Continua a leggere

Annunci

Tassa sui rifiuti e bilancio, ecco il ricorso al Tar di Spina. La giunta Angarano nomina un avvocato

C’è l’aumento della tassa sui rifiuti? È dovuta forse a servizi aggiuntivi richiesti al gestore del servizio di igiene urbana? È dunque un bilancio legittimo quello su cui c’è stato il cosiddetto assestamento votato la scorsa estate dal Consiglio comunale? Continua a leggere

Ambiente 2.0: «No a scontri politici sulla pelle della nostra azienda»

Il Consorzio Ambiente 2.0 non ci sta a diventare il terreno di scontro politico per una resa dei conti tra attuali ed ex amministratori della città. Tutto questo non deve accadere sulla pelle di chi ogni giorno è in trincea per ripulire la città a fronte di ingenti sacrifici del proprio personale dipendente, viste le lacune di un contratto di servizio errato sin nelle sue fondamenta. Continua a leggere

Incompatibilità, Spina spaventa la maggioranza. Ma potrebbe esserci un ricorso al Tar

Alla fine i consiglieri comunali della maggioranza hanno ceduto alla paura. Il voto sulla eventuale incompatibilità di ogni singolo consigliere neo-eletto ha impegnato le prime tre ore del Consiglio comunale d’esordio dell’amministrazione Angarano. Continua a leggere

Spina: bene le dimissioni degli assessori, Fata non ha gestito dignitosamente la sua carica

«Complimenti ad assessori seri. La dignità non ha prezzo e vale molto di più di un paio di stipendi mensili. Ho consigliato da tempo a Fata di non mischiare le cose istituzionali con la politica. La carica che i miei elettori conferirono al sottoscritto meritava una gestione politica più responsabile e dignitosa da parte del mio vice sindaco. Tutta la città e’ incredula nel vedere questo attaccamento alla poltrona , con un grave sviamento del mandato politico dato dagli elettori nel 2013. Quando nel 2016 qualche mio avversario politico mi chiese di dimettermi dalla carica di presidente della Provincia Bat per la mia adesione al progetto di Michele Emiliano non persi neanche un secondo . La mia dignità e libertà’ di pensiero valgono molto di più di una carica e sono la vera forza di un uomo. Complimenti al coraggio e ai valori degli assessori che oggi onorano la mia scelta di qualche tempo fa. Barletta e Margherita di Savoia hanno visto nei giorni scorsi scelte di grande dignità da parte dei loro sindaci e i commissari Straordinari, come potrebbe avvenire per Bisceglie, sono sicuramente in grado di garantire l’ordinaria amministrazione e la par condicio della campagna elettorale, nonché l’approvazione di atti fondamentali che L’attuale amministrazione comunale non e’ più in grado neanche di predisporre senza il sostegno politico di una maggioranza che non esiste più. Occorre al più presto un commissario straordinario che approvi il consuntivo e garantisca la continuità amministrativa che oggi il Comune di Bisceglie non e’ in grado di garantire . L’interesse e l’amore per la città, oltre che per la propria dignità, prevalgano sulle piccole logiche politiche ed elettoralistiche e si ristabilisca un clima di confronto fatto sulla chiarezza e la verità …che in brevissimo tempo e’ già venuta a galla e sarà più chiara domenica durante il mio intervento in Piazza Margherita».

Lo riferisce l’ex Sindaco Francesco Spina in una nota.

Spina parla alla conferenza stampa di Napoletano: «Con noi 22 anni di straordinari successi. Su Fata la coalizione non c’è»

Alla conferenza stampa di presentazione del candidato sindaco Franco Napoletano ha preso la parola un po’ a sorpresa l’ex sindaco Francesco Spina, già candidato alle elezioni politiche per il Partito Democratico.

«Devo spiegare le ragioni della mia presenza dopo aver ascoltato quello che Napoletano ha proposto alla città e spiegare quello che il mio partito vuole proporre per un progetto di governo della città per i prossimi anni. C’è un confronto aperto che si risolverà nelle prossime ore. Si parte da una decisione condivisa nel mio partito che guardava alla necessità di allargare la base elettorale del PD, una decisione sancita all’unanimità. Sarebbe bello che Francesco Boccia venisse nel direttivo di Bisceglie a spiegare le sue ragioni espresse ieri con il suo comunicato,

«Non gioco a perdere -continua Spina- e le scelte coraggiose neglli ultimi anni hanno fatto crescere la città portando tante opere pubbliche e interventi per Bisceglie che vanno migliorati nel prossimo futuro. Chi è stato all’opposizione si presenta diviso in tre, dunque per me la partita è già vinta ed un centrosinistra non può presentarsi spaccato alle elezioni.

Mi sarei aspettato da Boccia un attacco violento ad Angarano. Con tutto il rispetto per l’autorevole opinione dell’on. Boccia, ma non permetterò a nessuno di sovvertire una posizione del partito che lo porti ad essere semplice testimonianza per poi far vincere qualcun altro le elezioni.

Infine respingo speculazioni su Vittorio Fata. Vittorio è una brava persona ed è stata scelta da me per fare il vice sindaco, non sono mai andato a trovarlo e chiedergli qualcosa durante la mia campagna elettorale per le politiche. La logica rimane sempre quella di mirare al governo della città e per questo bisogna vincere le elezioni. Non dico che con Vittorio non si possa vincere, ma devo prendere atto che la coalizione non c’è sulla figura di Vittorio».

Cin cin, non tutti i mali vengono per nuocere

Chi ha l’amicizia su Facebook con l’avvocato Vittorio Fata avrà notato quante “immagini del profilo” e quante foto di copertina sono state inserite negli ultimi anni, che lo ritraevano insieme con Francesco Spina. Per molti la politica è il punto che rafforza una amicizia e una tappa che consolida lealtà fra due o più persone. Per altri, invece, un punto di convenienza e un trampolino di lancio per una carriera, quella politica.

Continua a leggere

Caso “Don Fabio D’Addato”, Spina annuncia: archiviata ogni ipotesi di abuso d’ufficio

Archiviata definitivamente ogni ipotesi di abuso d’ufficio in relazione al procedimento presso il Tribunale che vedeva l’ex Sindaco Francesco Spina coinvolto nella vicenda che riguardava la vertenza lavorativa di alcuni dipendenti e Don Fabio D’Addato. E’ stato lo stesso Spina a darne notizia, poco fa, attraverso la sua pagina Facebook. Di seguito ne riportiamo il testo integrale della dichiarazione rilasciata:

Continua a leggere

Date un candidato sindaco di destra ai biscegliesi!

I biscegliesi hanno il diritto di scegliere chi eleggere Sindaco nel prossimo mese di giugno. Ma sulla scheda elettorale deve comparire anche un candidato di destra, magari di quelli che hanno ancora in serbo ideologie e radici che molti altri -invece- hanno cancellato dal loro cuore e dalla loro mente da tempo.

Continua a leggere

Spina: «il mio candidato naturale è Vittorio Fata. Altrimenti guardiamo a Franco Napoletano»

Ospite del programma “Diario di bordo” a Radio Centro, l’ex sindaco Francesco Spina ha risposto alle domande dei conduttori Mino Dell’Orco e Pino Di Bitetto sulle scelte che farà per le elezioni amministrative che si terranno presumibilmente il 10 giugno.

Il quadro delle alleanze per l’appunamento elettorale non è ancora definito del tutto. Proprio sulle scelte di Spina, pendono le incertezze maggiori.

L’ex Sindaco ha però sgombrato tutti i dubbi: «Vorrei che si mettano da parte le logiche individualiste. Il patto tra le opposizioni è fallito. Angarano diventa fascista o Silvestris diventa comunista. Casella si è allontanato da entrambi. Spero che l’on. Francesco Boccia voglia caricarsi insieme a me della responsabilità di una lista unitaria del Partito Democratico a Bisceglie».

«Bisogna allargare la coalizione e il segretario cittadino Vito Boccia ha sondato il terreno raccogliendo la disponibilità di Vittorio Fata. Auspico una convergenza di altre forze politiche su questa ipotesi. Magari Boccia potrebbe convincere Angarano ad appoggiarlo».

«Se non ci sarà la convergenza auspicata, il Pd ha il dovere di guardare a sinistra dove Franco Napoletano ha già manifestato la sua intenzione di candidarsi».