Fata: «Le dichiarazioni di Napoletano? Troppa fretta per un candidato Sindaco perenne»

«Leggo con molto stupore le dichiarazioni del già Sindaco Franco Napoletano circa un presunto aperto sostegno alla sua candidatura di gran parte dei consiglieri comunali e degli assessori aderenti al Partito Democratico, che in questi anni hanno apertamente sostenuto l’amministrazione comunale guidata prima da Francesco Spina e poi dal sottoscritto».

Continua a leggere

Annunci

Nomine al Comune di Bisceglie, atto monocratico per i membri del nucleo di valutazione

fonte: studioassociatolabtech.it

Il vice sindaco facente funzioni Vittorio Fata, ha emanato un atto monocratico con il quale sono stati incaricati tre avvocati a comporre il Nucleo di Valutazione del Comune di Bisceglie.

I tre incaricati sono Dario Galantino, Carmela Anna Albrizio, Mariangela Salerno.

«Ai componenti del Nucleo sono richieste, in virtù di studi condotti, e/o di titoli posseduti eo di esperienze lavorative o professionali, documentate competenze e capacità in campo manageriale, relazionale, progettazione e realizzazione di sistemi di valutazione e controllo, valorizzazione delle risorse umane (valutazione dei comportamenti organizzativi). I componenti devono avere padronanza nell’uso delle tecnologie informatiche, conoscenze di base di lingua inglese e possedere, di norma, diploma di laurea specialistica o di laurea quadriennale conseguita nel precedente ordinamento degli studi. Sarà possibile prescindere dal possesso dilaurea in presenza di significative esperienze professionali negli ambiti innanzi espressi».

È dunque sulla base di questi requisiti che sono stati scelti i tre componenti. iI compenso spettante ai componenti il Nucleo corrisponderà al 50% dell’indennità di carica percepita dai componenti del Collegio dei Revisori dei Conti, elevata al 70% per il coordinatore.
L’ncarico avrà durata di 3 anni, decorrenti dalla data di insediamento.

Libri d’arte donati alla Biblioteca comunale, Fata: «Strumento di coesione per la comunità»

“Il tempo per leggere, come il tempo per amare, dilata il tempo il tempo per vivere” (D. Pennac). Questa citazione
è incisa sulla targa posta sugli scaffali della biblioteca comunale che hanno accolto la preziosa collezione di libri donati dal sig. Baldini.

Si tratta di una preziosa collezione di circa novecento volumi riguardanti principalmente le arti visive, con una pregevole sezione dedicata agli Impressionisti, raccolta dal cognato scomparso del donante.Dalla catalogazione degli stessi è emerso che di alcuni libri sono presenti solo un paio di altre copie nelle biblioteche di Roma e Firenze e che di una pubblicazione in lingua inglese non vi siano altre copie nel circuito ufficiale delle biblioteche italiane.

«Sono particolarmente grato al sig. Baldini per questo magnifico dono -ha dichiarato il vice sindaco Fata nel corso della cerimonia ufficiale di consegna dei libri-. Consegnare alla fruizione pubblica questa splendida collezione conferma il mio convincimento che la cultura un forte strumento di coesione in una comunità. La nostra Anninistrazione ha ricevuto dalla Regione un finanziamento di 2 milioni di euro per la ristrutturazione di Santa Croce, il recupero di Villa Angelica, l’aumento delle dotazioni della biblioteca e la creazione di una rete di biblioteche comunali includendo anche l’archivio della Casa Divina Provvidenza, ciò conferma che noi puntiamo fortemente sulla cultura e se un privato ritiene di donarci una tale collezioni di preziosi volumi vuol dire che ci ritiene interlocutori credibili. Questa donazione potrebbe rappresentare la base per la creazione di una sezione della biblioteca dedicata all’arte da allocare in uno dei palazzi storici che l’Amministrazione ha recuperato o si avvia a recuperare nell’ottica della “biblioteca diffusa” che rientra nei nostri programmi per la promozione della lettura, dello studio e della ricerca».

Alfonso Russo: «Abbiamo un Sindaco non eletto e dal valore di 400 voti»

La fascia tricolore passata da Spina a Fata ha portato gli esponenti politici dell’opposizione sul piede di guerra. Oltre alle ire di Angarano e di Casella, ieri in Consiglio Comunale, anche Alfonso Russo, già assessore della scorsa Amministrazione comunale a guida Spina, non si è sottratto sull’inveire sulle scelte e tattiche politiche compiute in queste ultime settimane da parte della coalizione di maggioranza di Palazzo di città.

Continua a leggere