Elezioni comunali, il Tar ordina il riconteggio delle schede della sezione 5

L’elezione del nuovo Consiglio comunale ha lasciato una coda di contestazione legale che nei giorni scorsi ha segnato una tappa importante.

Mauro Sasso, candidato nella lista “Bisceglie Punto e a Capo”, ha promosso un ricorso al tribunale amministrativo per sollevare quello che secondo il ricorrente sarebbe un palese errore di trascrizione dei verbali di un seggio elettorale. Un errore che ha portato a sommare un numero di voti inferiore determinando la mancata elezione a consigliere comunale.

Sulla questione il TAR di Bari ha deciso di far aprire i plichi con i verbali e di ricontare le schede della sola sezione 5.

” Alla verificazione -scrive il TAR nella ordinanza del 24 ottobre- dovrà provvedere, con la garanzia del contraddittorio tra le pari, il Prefetto di Bari o un suo funzionario delegato”.

Prossima udienza fissata il 5 dicembre.

Annunci

Cin cin, non tutti i mali vengono per nuocere

Chi ha l’amicizia su Facebook con l’avvocato Vittorio Fata avrà notato quante “immagini del profilo” e quante foto di copertina sono state inserite negli ultimi anni, che lo ritraevano insieme con Francesco Spina. Per molti la politica è il punto che rafforza una amicizia e una tappa che consolida lealtà fra due o più persone. Per altri, invece, un punto di convenienza e un trampolino di lancio per una carriera, quella politica.

Continua a leggere

Elezioni comunali a Bisceglie, si vota il 10 giugno

Il Viminale, sede del Ministero dell’Interno (fonte: interno.gov.it)

«Domenica 10 giugno gli elettori dei 594 comuni delle regioni a statuto ordinario interessati dalle elezioni amministrative 2018 andranno alle urne per l’elezione diretta dei sindaci e dei consigli comunali, nonché per l’elezione dei consigli circoscrizionali». È quanto comunicato dal Ministero dell’Interno poche ore fa.

Continua a leggere

Tasse comunali, confermate aliquote per Imu e addizionale Irpef. Novità in vista per la Tari

fonte: studioassociatolabtech.it

Quasi tutte le aliquote delle tasse e le tariffe comunali non subiranno variazioni per il 2018.

È quanto si evince dalla lettura dell’ordine del giorno del Consiglio comunale convocato per oggi 28 marzo. La massima assise cittadina è chiamata a discutere 26 punti, molti dei quali riguardano il riconoscimento di debiti fuori bilancio dovuti a sentenze di condanna del Comune a risarcimento in favore di cittadini.

Tra gli argomenti in discussioni ci sono quelli di carattere finanziario tra cui l’approvazione del bilancio di previsione e la determinazione di Imu, addizionale Irpef e Tari. Mentre per le prime due si confermeranno le stesse aliquote dell’anno scorso, per la Tari fu annunciata mesi fa dall’amministrazione comunale una riduzione in forza del risparmio sull’ecotassa regionale determinato dal raggiungimento della percentuale di obiettivo della raccolta differenziata in città.

Appuntamento questo pomeriggio dalle ore 16.30 in prima convocazione presso l’auditorium dell’ex Monasterso Santa Croce.