Entusiasmo per Angelantonio Angarano e grande partecipazione al primo appuntamento con “La Svolta”

Hanno risposto in tanti, sabato 14 aprile, al primo “Appuntamento con la svolta” nella suggestiva cornice della sala convegni delle Vecchie Segherie, in via Cristoforo Colombo. Un lungo pomeriggio all’insegna della serenità, dell’entusiasmo e della grande partecipazione dei cittadini.

L’evento d’apertura per la definizione del programma amministrativo di Angelantonio Angarano e della sempre più vasta coalizione civica a suo sostegno si è tenuto in un’atmosfera costruttiva di dialogo e confronto.

Il candidato sindaco ha presentato alla platea le cinque macro-aree del progetto per Bisceglie: argomenti di riflessione sui quali la comunità tornerà, nello specifico, a discutere per scrivere insieme idee e proposte nei successivi appuntamenti tematici che saranno calendarizzati a breve, ai quali molti biscegliesi hanno deciso di iscriversi per offrire il loro genuino contributo.

L’intervento di Angelantonio Angarano, volto alla concretezza, è stato seguito dall’ampio spazio concesso alla “Tribuna delle idee”, nel corso della quale i cittadini hanno portato ulteriori istanze, consigli, suggerimenti, col candidato sindaco impegnato a prendere nota e a prestare loro ascolto.

«La serie di “Appuntamento con la svolta” e tutti gli eventi della nostra campagna elettorale saranno dedicati all’illustrazione dei punti programmatici di questa squadra sempre più forte e solida, il cui unico interesse è amministrare migliorando la qualità della vita dei biscegliesi. La città ha bisogno di risposte e il nostro obiettivo è essere pronti per dargliele tutte. Siamo fatti così: preferiamo pensare alla comunità piuttosto che fare polemica» ha sottolineato Angelantonio Angarano.

Annunci

Boccia (Pd): il voto al sud decide il futuro del Paese

“È evidente la scollatura tra le diverse aree del Paese anche in questa campagna elettorale. Il PD è l’unico partito che garantisce la tenuta del Paese. La destra divisa non è nemmeno in grado di fare una manifestazione unitaria. È unita solo per interessi ed è chiaramente anti europea con Salvini e Meloni maggioranza. Berlusconi da sud ha solo preso voti per utilizzarli per altro e mai per lo sviluppo del Mezzogiorno”. Lo ha dichiarato Francesco Boccia, presidente Pd della commissione Bilancio della Camera e capolista a Montecitorio nel collegio plurinominale del Salento, nel corso di un comizio a Galatone (Lecce).

Continua a leggere

Boccia (Pd): Ridiscutere la Bolkenstein al tempo dell’e-commerce

“Chi dice ‘difendo la Bolkestein perche’ difendo il libero mercato’ non sa di cosa sta parlando. La direttiva aveva senso quando e’ stata concepita nel 2004, anche se approvata nel 2006, ma parla di un mercato interno dei servizi e di regole che non hanno piu’ molto senso al tempo del digitale o che, comunque, necessitano di essere ridefinite negli elementi fondamentali.

Continua a leggere

Se anche il Sindaco di Cerignola vota Silvestris…

« Silvestris è forte nella sua zona, avrebbe potuto pagare pegno a Cerignola per la Gentile, ma mi spenderò per Silvestris come se fosse mio fratello. La batterà”». E’ sufficiente questa affermazione del Sindaco di Cerignola Franco Metta per sintetizzare come si comporterà la corrente politica facente capo al sindaco del foggiano alle prossimi ed imminenti elezioni Politiche.

Continua a leggere

Pd, Federico Massa a Boccia: «Più rispetto, devi rappresentare tutto il partito»

Federico Massa, della corrente Orlando, mette il dito nella piaga nella già spinosa questione della diatriba interna al Pd. Attacca il biscegliese Francesco Boccia, chiedendogli di portare più rispetto per tutti i tesserati del partito e, soprattutto di rappresentarlo.

Continua a leggere

Naglieri a Spina: «Ora dimettiti anche dal Gal»

«Sono intimamente deluso di come si possano facilmente aggirare le regole della società civile. La decadenza indotta e invocata dall’Avv. FRANCESCO SPINA deve anche produrre la sua immediata destituzione da ogni ruolo di rappresentatività territoriale, primo tra tutti il GAL PONTE LAMA».

Continua a leggere

Pd, Rigante replica a Celestino: «Sono un “disco rotto” perchè questa Amministrazione non fa nulla di buono»

Stamattina leggo stupita i commenti della mia ex dominus se nn altro perché, dopo tanti anni di silenzio, scopro che è ancora sulla scena politica biscegliese e che, a livello personale, non si è dimenticata di me e degli anni che ho trascorso lavorando con entusiasmo ed impegno nel suo studio. Sorvolo sul fatto che la collega Celestino insista con il definirmi sua ex praticante (quasi a mettere un’etichetta tipo il “made in…”) li dove potrebbe chiamarmi solo Roberta e intervengo solo per chiarire quanto segue.

Continua a leggere

Tarantini (già Sindaco di Trani): Il Pd di Bisceglie è come l’Impero Romano

Il dibattito politico locale, inserito nel silenzioso deserto politico dell’estate 2017, varca i confini cittadini e presta il fianco a opinioni che giungono non da tanto lontano, dalla vicina Trani. Da quel Pinuccio Tarantini che fu Sindaco della città “cugina” fino a pochi anni fa, criticato all’epoca e rimpianto oggi da molti, da quegli stessi cittadini che accordarono consensi (e voto elettorale) a schieramenti politici diametralmente opposti all’uscente primo cittadino che, di fatto, in pochi anni, hanno fatto aderire il culo della città all’asfalto stradale (per terra). E’ vero, Trani è diventata meta ambita di moltissimi cittadini biscegliesi, che si riversano, copiosamente, per le sue strade non perchè interessati dalla movida locale o dal cartello dell’«Estate Tranese» , ma per la presenza di quei bidoni per l’immondizia, utili a chi non differenzia ancora nella nostra città.

Sugli ultimi fatti accaduti, detti, scritti e interpretati a Bisceglie, Tarantini non va per il sottile. Il Pd, del resto, tanto a livello nazionale e regionale, quanto, e soprattutto, a livello locale si presta alle “mazzate” di tutti. Chi è causa del suo mal…

«Facebook -scrive l’ex Sindaco di Trani – mi mette in condizione di poter conoscere riflessi della politica biscegliese. Non conosco tutti i suoi interpreti ma quello che leggo è comunque interessante».

«L’ innesto transgenico di tutto il gruppo facente capo al sindaco Spina nel PD -prosegue Tarantini – mi pare crei un dibattito cittadino, piuttosto sanguinoso, tutto interno al PD, fra piddini primigeni e piddini di generazioni successive, con risultati spesso addirittura esilaranti. Il PD pugliese pare l’ Impero romano al quale non fregava assolutamente nulla della omogeneizzazione delle varie popolazioni sotto il suo dominio, del loro credo e delle loro religioni. Non gli interessava affatto esportare o imporre sentimenti o convinzioni. Gli interessava innanzitutto che le province pagassero i tributi e che la ” pax romana” fosse funzionale agli interessi di Roma. Solo che a Roma c’erano i Cesari, nel PD pugliese c’ è Emiliano».
Tarantini, conclude spostando le sue attenzione al Pd tranese: «A Trani c’è un’ altra pax, quella che precede di poco il ” rigor mortis”».

 

MAURIZIO RANA

Enzo Di Pierro risponde a Casella e offende le donne. Poi si corregge e si scusa.

E’ stato un fine settimana abbastanza caldo dal punto di vista politico. Tutto è nato da una segnalazione di Gianni Casella che faceva notare come il Comune si fosse fatto sfuggire un finanziamento per i rifiuti, che sarebbe servito (anche) per la costruzione di una nuova isola ecologica.

Continua a leggere

Roberta Rigante (Pd): no alle primarie, sarebbero “drogate”.

La telenovela Pd prosegue. Stamattina i colleghi di Bisceglie24 hanno pubblicato alcune dichiarazioni della segretaria cittadina del partito Democratico, Roberta Rigante, che, oltre a stigmatizzare le dichiarazioni di Enzo Di Pierro, ci fa registrare due novità: vuole rinunciare alle primarie del Pd e attacca anche le recenti nomine di Emiliano, alla Regione Puglia.

Continua a leggere